James Batty – “Until I Set Him Free”

James Batty è un compositore, pianista e artista del suono che vive a Londra. I mondi sonori che costruisce nella sua musica combinano il familiare e l’insolito per evocare l’intero spettro delle emozioni umane e raccontare storie in modi nuovi e freschi.

“Until I Set Him Free” è il primo album per pianoforte solo del compositore e pianista londinese . In questi brani carichi di emozioni, James ha modificato l’accordatura convenzionale delle 88 note del pianoforte per presentare un linguaggio musicale completamente nuovo. Le sue esecuzioni di queste 11 composizioni conducono gli ascoltatori in un paesaggio sonoro surreale in cui i toni familiari vengono rimodellati per formare qualcosa di sorprendente e nuovo.

Processed with VSCO with ih5 preset

Un progetto minimale e fluido, dove un semplice pianoforte riesce a trasmettere sensazioni profonde e vibrazioni intense originale ed interessanti.

Questo aspetto potrebbe incuriosire l’ascolto, che gli amanti del genere non faranno fatica ad apprezzare anche se la scelta di James è stata quella di “scordare” il pianoforte e dunque avere un primo impatto sonoro “strano”, ma dietro a “Until I Set Him Free” c’è un lavoro meticoloso con il palese intento di proporre qualcosa di piacevolmente insolito ed innovativo per lasciare un segno a nostro personale parere, un buon segno perchè siamo di fronte ad un disco di valore, che si lascia ascoltare e riascoltare e riascoltare ancora.

Tracklist:

01. DAWN
02. EXODUS
03. OUTSKIRTS
04. GLIMMER
05. ODYSSEY
06. MEMOIR
07. MIDNIGHT
08. STEPS
09. MINIATURE I
10. MINIATURE II
11. EPILOGUE