Leonardo Carmenati And Family Band – “Amami”

Un autore finissimo, sensibile, versatile che mescola lo shaker stilistico per ricavarne dei frullati sonori di pop, rock e funk dal gusto agrodolce ma intenso. Il citato in questione risponde al nome di Leonardo Carmenati che, insieme alla Family band, incasella 11 canzoni nel nuovo album “Amami” (il secondo dopo “Sono buono” del 2015), confermando il cameratismo artistico con Gianluca D’Alessio, la cui impronta si fa sentire bene per rifinire brani dall’humus rock, laccati con estetismi cantautorati. L’amore per la sua città lo mette alla berlina lanciando l’allarme funky di “Roma sei in koma”, mentre la titletrack rilascia effluvi dinamici di notevole effiCacia dalla corporatura ragguardevole. Poi, con “Tra la pelle e il cielo” sterza con fiati e chitarra stoppata su un reggae grazioso e solare. Altro bel fiumiciattolo rock-funk è quello di “Noi”, mentre in area ballad cantautorale scende con l’intensa “Anna”, la romantica “Non so stare senza di te” e la riflessiva “Come si fa”, vestita di acustica chic.


Ma, ormai, l’undicesimo pezzo “La vita dentro te” s’affaccia con aspetti Jovanottiani, sinonimo di scrittura estroversa ed ottimistica. Vedete cari lettori, dentro al cuore di Leonardo non pulsano solo belle note ma, soprattutto, battiti umanitari con la C.R.I. (Croce Rossa Italiana), espressi in vari angoli del mondo e tutto ciò gli da modo di non obliare mai queste luminose esperienze impreziosendo, cosi, l’ispirazione globale del suo essere e della sua musica. Inoltre, il diploma conseguito alla scuola di Mogol è un’ulteriore garanzia che su Carmenati ci si può fidare ciecamente ed “Amami” una certezza d’ascolto con tutti i c.r.i.smi della canzone d’autore.

MAX CASALI