“Wrong Quotes” è l’album d’esordio dei Dana Plato

Le principali idee per “Wrong Quotes” sono nate dalle multiformi passioni dei componenti – Gianluca Ficca, in arte Fixx, Manuel Venator, in arte Humpty Dumpty, e Giovanni Mastrangelo, in arte Monster Joe -, sia come musicisti sia come ascoltatori: il risultato è una peculiare miscela tra diverse influenze musicali. Se la new wave anni ’80 – sia nella sua forma più oscura (Sound, Wire, Sad Lovers and the Giants) che in quella più synth-driven (Japan, Simple Minds) – è un filo rosso abbastanza esplicito che si dipana lungo tutte le tredici tracce dell’album, improvvise deviazioni irrompono verso generi apparentemente lontani, tra cui l’avant-pop e l’electro-rock. Qua e là, in brani come “Majesty” e “Shout to the Wolf”, quando emerge la fascinazione per linee ritmiche più pulsanti e incalzanti, viene gettato un ponte tra i sapori del rock e un mood più orientato al dance floor.

La band punta sulla varietà anche attraverso l’alternanza di diversi cantanti (Fixx, Humpty ma anche, in un paio di brani, la cantante foggiana Mariagrazia Speranza Poliseno, aka Mary Grace, già voce del gruppo Eau De Jazz, e Gregorsamsaéstmort, voce dei The Black Veils) e tra la batteria elettronica e un batterista vero e proprio, Pasquale Del Grosso.

TRACKLIST

  1. Thrill
  2. Little Genius
  3. Nothing Left but Speak
  4. The Prettiest Girl of All Time
  5. Butterfly Chips
  6. The Corpses and I
  7. Majesty
  8. The Vibrator Play
  9. Parachutes
  10. Desert
  11. Shout to the Wolf
  12. Strained
  13. Wrong Quotes

BIOGRAFIA
Dana Plato è un progetto formato da tre musicisti del Sud Italia: Alessandro Calzavara, in arte Humpty Dumpty, musicista siciliano con all’attivo 20 album solisti di cui uno, “Q.b” (2008), segnalato da Rumore nella sua guida “Italia Sotterranea. Classici da scoprire. Anni zero e 10”; Giovanni Mastrangelo, in arte Monster Joe, bassista e contrabbassista foggiano, attivo in vari settori del panorama musicale italiano, dal jazz (Pasta Nera Jazz Project, Casino Babis) alla canzone d’autore (Favonio), passando per il folk celtico (The Charmin’ Elf) e la musica antica (Follorum Ensemble); Gianluca Ficca, in arte Fixx, che ha suonato in diverse band della cosiddetta “Vesuwave” napoletana durante gli anni ottanta (Rented Flats, Young Tzarina). “Wrong Quotes” (Autoproduzione, 2021) è il loro album d’esordio.